Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

San Cataldo: Un tesoro storico di Lecce

Sotto l'ombra dell'antico faro, la risonanza di una marina tra storia e futuro.

San Cataldo  da sempre un angolo frequentato dai cittadini di Lecce, indipendentemente dalla stagione. Questa località, a breve distanza dalla città, non è solo famosa per le sue vivaci serate estive, precedenti alla notorietà di Gallipoli, Otranto o Porto Cesareo, ma anche per la sua storia che risale fino al II secolo d.C.

Un piccolo tratto di costa, che cela un prezioso segreto storico: il Porto di Adriano. Questa struttura portuale prende nome dall’omonimo imperatore romano che avrebbe ordinato la sua edificazione o la sua ristrutturazione. Recenti ricerche ipotizzano che questo porto potrebbe avere origini ancora più antiche, risalendo all’epoca augustea. Secondo alcune cronache, proprio qui sbarcò Ottaviano, tornando da Apollonia e diretto a Roma dopo aver appreso della scomparsa di Cesare nel 44 a.C. Le vestigia del molo raccontano molte storie, e si sa che questo antico porto, menzionato anche dallo scrittore greco Pausania, fungeva da punto nevralgico per le navi in transito. Posizionato strategicamente tra Otranto e Brindisi, fungeva da perno tra Oriente e Occidente, agevolando il commercio e offrendo riparo durante le tempeste.

Nel Medioevo, il porto manteneva ancora il suo ruolo cruciale, come confermato dai reperti archeologici rinvenuti. Alcuni documenti antichi narrano l’approdo, nel 1395, di pellegrini provenienti dalla Terra Santa. Della grandiosità del porto oggi rimangono solo alcune tracce, testimonianza del suo antico splendore.

Nel tardo XIX secolo, con l’approvazione di nuove leggi finalizzate al recupero territoriale, ci furono tentativi di rinnovare il “Porto Adriano”. Il fine era quello di potenziare Lecce e di farle concorrenza a Brindisi, città in forte crescita. Tuttavia, la realizzazione pratica di questi piani vide la luce solo nel 1900, e l’antico porto non riuscì a riacquistare la sua passata grandezza.

San Cataldo, con il suo caratteristico faro e i resti di un porto millenario, aspira a riscattare il suo ruolo come principale marina di Lecce, meritevole di maggiore valorizzazione.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati