Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Confisca multimilionaria da parte della Dia di Lecce

Imprenditore nel mirino: beni per 8 milioni sequestrati tra aziende, immobili e veicoli.

L’ufficio Dia di Lecce ha proceduto al confisca di proprietà del valore di oltre 8 milioni di euro appartenenti a un imprenditore. Quest’ultimo era stato precedentemente detenuto nel gennaio 2021 a seguito di interventi da parte dei Carabinieri di Brindisi, contestualmente all’indagine denominata “Sangue amaro”.

La procedura è stata attuata su base territoriale, coinvolgendo le province di Brindisi, Bari e L’Aquila, conformemente a una disposizione emessa dalla sezione penale del Tribunale di Lecce. Quest’ultima risponde a una raccomandazione presentata dal direttore della Dia, e riguarda l’imprenditore, attivo nel settore della produzione e vendita di prodotti agricoli e zootecnici.

Il soggetto in questione, con un passato caratterizzato da diverse questioni legali, era stato arrestato per presunta leadership in un’organizzazione focalizzata sul commercio illecito di materiali ematici animali, alcune volte smaltiti in un pozzo nel suo terreno privato.

Ulteriori indagini sul patrimonio dell’imprenditore hanno rivelato discrepanze significative tra le sue dichiarazioni di reddito e l’effettiva ricchezza accumulata, sospettata di provenire da attività non legittime. Di conseguenza, sono stati confiscati beni che includono 3 società, 16 immobili, 41 veicoli e 11 conti finanziari, con un valore complessivo stimato di oltre 8 milioni di euro.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati