Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

A Roma “la città della pizza 2023”: sfida tra pizzaioli, c’è anche un salentino

L'evento nel weekend dal 20 al 22 ottobre

Gli amanti della pizza non dovranno aspettare a lungo: il più grande evento che ha come protagonista indiscussa la pizza, prodotto iconico del Bel Paese, sta per tornare. Da venerdì 20 ottobre a domenica 22 ottobre, va in scena a Roma, presso l’Arco di Travertino e l’omonimo Parco Lineare, in via Collegentilesco 11, La Città della Pizza 2023 con tutte le tradizioni di pizza: Napoletana, All’italiana, Romana, A degustazione, Fitta e Senza Glutine. Ad aprire le danze, venerdì 20 ottobre dalle ore 18, otto grandi e indiscussi Maestri della pizza: Ciro Salvo (50 Kalò), Ivano Veccia (Allegrìo), Marco Quintili (I Quintili), Antonio Falco (L’Antica Pizzeria da Michele), Mattia Lattanzio e Giovanni Giglio (Extremis), Andrea Renzi (La Mangiatoia), Sami El Sabawy (Tonda) e Iacopo Alberti (Sbanco), che inaugureranno questa settima edizione della manifestazione. Dopo il tour nazionale che ha toccato le principali città italiane – Milano, Firenze, Palermo, Napoli e Bari – e che ha permesso di selezionare i giovani talenti della pizza grazie alla supervisione tecnica di Luciana Squadrilli e Luciano Pignataro; è arrivato il momento di decretare il pizzaiolo emergente più bravo d’Italia. Infatti, solo i pizzaioli presenti sabato 21 e domenica 22 ottobre a partire dalle 11, saranno in gara per conquistare il titolo e il premio del valore di 4.000 euro.

Ecco i pizzaioli che si sfideranno a colpi di pizza: Luca Baccani (Setaccio) – Monterotondo; Cristiano De Rinaldi (Casa De Rinaldi) – Napoli; Luca Fusacchia (Bordo, la pizzeria del Pigneto) – Roma; Salvatore Billi (Fratelli d’impasto) – Castiglion Fiorentino; Giuseppe Terracciano (Maruzzella) – Fondi; Giovanni Glorioso (Fermento) – Palermo; Antonio Papa (Spaccanapoli) – San Cipriano Piacentino; Luigi Gentile (Cirasella) – Monopoli; Francesco Pellegrino (Levante) – Altamura; Marco Cacace (Noel) – Lecce; Carmine Apetino (D’è Figliole) – Napoli; Giovanni Spera (Casarsa pizzeria lucana) – Potenza; Raffaele Longobardi (Diametro 3.0) – Napoli; Piero Rucco (Piccolo Paradiso) – Vicobellignano; Alberto Maimone (Dumbolone) – Milazzo; Francesco De Bernardo (La Taverna del Re a capodimonte) – Napoli.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nuova tappa del “Bioumanesimo di Puglia” con un ospite eccezionale: Helen Mirren. Il progetto editoriale...