Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Pagliaro: “Attivare l’elettrochemioterapia anche a Lecce”

La nota del consigliore regionale salentino

«Attivare l’elettrochemioterapia nelle strutture ospedaliere pubbliche e accreditate delle Asl di Lecce, Brindisi e Taranto, in modo da consentire ai pazienti oncologici salentini di potersi sottoporre a questa terapia in loco, con notevoli benefici psicofisici a loro vantaggio e con notevole risparmio di costi per le aziende sanitarie locali e per le casse della sanità pubblica regionale. È l’impegno che chiedo alla Giunta Emiliano nella mozione che ho presentato, evidenziando l’assenza di questa terapia negli ospedali salentini».

Lo annuncia Paolo Pagliaro, capogruppo La Puglia Domani in Consiglio regionale. «L’Ect – spiega – è poco invasiva e viene impiegata per il trattamento dei tumori solidi, sia superficiali che profondi. Nel trattamento delle metastasi sono stati riscontrati risultati soddisfacenti per circa l’80% dei casi. Consiste nell’infusione di una bassa dose di un agente chemioterapico applicando impulsi elettrici direttamente sulle cellule tumorali, mediante l’utilizzo di uno o più elettrodi ad ago. Nella mia mozione evidenzio i vantaggi per il paziente: nessun limite di età; esecuzione in appena 40 minuti e in day hospital, con sedazione profonda o anestesia generale; può essere effettuata dopo o in contemporanea ad altri trattamenti».

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

scuola
Riguardano il servizio di refezione, il prepost scuola e il trasporto scolastico...
Le piste ciclabili a Lecce, costruite durante l’amministrazione Salvemini, sono oggetto di forti critiche a...

Altre notizie