Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Squinzano, troppi pregiudicati frequentano un bar e la questura fa scattare la chiusura momentanea

Provvedimento di sospensione della licenza per due settimane ai danni di un'attività della cittadina nord-salentina

Il 3 novembre scorso il questore di Lecce, Vincenzo Massimo Modeo, ha emesso un decreto di sospensione della licenza per la somministrazione di alimenti e bevande, applicando una misura cautelare che avrà una durata di quindici giorni. Tale provvedimento riguarda il Caffè Raffaello, situato nella via omonima nel comune di Squinzano, nel nord Salento.

Il motivo alla base di questa decisione, secondo quanto dichiarato dalla Questura leccese, risiede nella frequente e abituale presenza nel locale di individui con precedenti penali di particolare gravità. Dopo diversi servizi di osservazione e controlli svolti dalle forze dell’ordine negli ultimi mesi, alcuni di questi individui sono stati associati anche a contesti di criminalità organizzata.

La Questura sottolinea che tali misure cautelari non hanno l’intento di punire il gestore, bensì di prevenire potenziali rischi per l’ordine e la sicurezza pubblica. Si evidenzia la preoccupazione che esercizi pubblici, frequentati abitualmente da individui con precedenti penali, possano diventare centri operativi per la pianificazione di attività criminali.

Secondo quanto previsto dall’articolo 100 del Tulps, il provvedimento include anche un elemento deterrente nei confronti degli avventori abituali del locale. Questi individui vengono, in un certo senso, “avvisati” dell’attività preventiva di vigilanza svolta nei loro confronti. È fondamentale sottolineare che in caso di recidiva, il gestore rischia la revoca della licenza.

In conclusione, la sospensione della licenza per il Caffè Raffaello si configura come una mossa preventiva mirata a preservare l’ordine e la sicurezza pubblica. Questo intervento, basato su osservazioni approfondite e controlli da parte delle forze dell’ordine, rappresenta un passo significativo nel garantire che gli esercizi pubblici non diventino luoghi di aggregazione per individui a rischio, prevenendo potenziali minacce alla tranquillità della comunità.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

morto
L'incidente nel pomeriggio di sabato, forse per un malore. Il 68enne Oronzo Mellone non...
Ispezioni dei militari e del personale dell'Ispettorato del lavoro su 27 attività, provvedimenti di sospensione...
I Carabinieri sono intervenuti sul luogo per accertare eventuali responsabilità...