Lecce Tomorrow
Accedi

Scontri dopo Casarano-Barletta: arrestati due tifosi salentini

In occasione dell’incontro di calcio valido per la serie D tra Casarano e Barletta, la tifoseria ospite, composta da circa 120 sostenitori, è riuscita a superare i controlli, spingendo il personale addetto e penetrando nell’impianto sportivo senza essere sottoposta a verifiche. In questo contesto, durante la procedura di identificazione, un tifoso ospite ha accidentalmente fatto cadere una torcia bengala, un fumogeno e due petardi di considerevole dimensione, successivamente sequestrati.

All’interno dello stadio, i tifosi ospiti hanno fatto uso di un grosso petardo che ha colpito e ferito a un piede un agente di polizia in servizio, la cui prognosi è ancora in fase di definizione. I lanci di petardi hanno continuato ad avvenire sia all’interno che all’esterno del settore, causando gravi interruzioni al normale svolgimento della partita e mettendo a rischio la sua sospensione. Di conseguenza, è stato necessario ispezionare il pullman dei tifosi del Barletta, dove sono stati trovati nascosti tra i sedili 6 petardi, 11 fumogeni, una mazza in legno e una catena di ferro.

Al termine della partita, i tifosi organizzati del Casarano hanno cercato di avvicinarsi al settore ospiti per entrare in contatto con gli avversari, lanciando pietre, bottiglie di vetro e altri oggetti. Nel frattempo, circa un centinaio di tifosi del Casarano stazionava lungo la strada in attesa che i tifosi ospiti fossero fatti uscire.

A seguito degli scontri, altri due agenti sono rimasti feriti, uno con prognosi di 10 giorni e l’altro con prognosi ancora in fase di definizione. Due tifosi del Casarano sono stati arrestati e si sta procedendo per l’emissione del Daspo nei loro confronti. La Questura sta valutando anche eventuali provvedimenti nei confronti di altri tifosi coinvolti. Numerose autovetture parcheggiate sono state danneggiate a causa del lancio di oggetti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Incidente mortale durante la corsa per Giuseppe Cannavale, professionista della Rai...
antonio negro
"Ragazzi, non mi sento bene", poi nei corridoi il suo cuore ha smesso di battere...