Lecce Tomorrow
Accedi

Aveva rubato in chiesa a Galatina: denunciato

Si tratta di un 40enne che aveva la refurtiva in casa

Il presunto responsabile del furto avvenuto la scorsa settimana nella chiesa matrice di San Pietro e Paolo a Galatina, in provincia di Lecce, è stato identificato e denunciato a piede libero dagli agenti del Commissariato di polizia della città salentina. Il reato era stato segnalato la settimana scorsa dal parroco don Lucio Greco. Durante la celebrazione della messa, il sacerdote si era accorto che sconosciuti avevano aperto il tabernacolo, tentando di staccare la porticina rivestita in lamina d’argento, e si erano appropriati di una pisside, un contenitore delle ostie in ottone con coperchio, di una teca antica in argento e di una lunetta anch’essa in argento.

Dopo la funzione, il parroco aveva visionato le registrazioni del sistema di videosorveglianza installato all’interno della chiesa, constatando che poco prima del furto era entrato un uomo conosciuto qualche giorno prima. Quest’ultimo, che si era recato in chiesa chiedendo aiuto economico e dichiarando di chiamarsi Alì e di abitare nella vicina frazione di Noha, è diventato il principale sospettato.

Sulla base di queste informazioni, gli agenti del Commissariato di Galatina si sono recati presso l’abitazione dell’uomo, un 40enne che, dopo iniziali esitazioni riguardo alla sua presenza il giorno del furto nella chiesa matrice, ha poi confessato di aver trafugato un oggetto sacro e di averlo conservato in casa. Nel corso della perquisizione, la pisside vuota è stata rinvenuta nella stanza del 40enne, ma gli altri due oggetti mancanti dal tabernacolo sono stati negati e non sono stati trovati.

L’uomo è stato denunciato in stato di libertà e l’arredo sacro è stato restituito al legittimo proprietario.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un Sindaco che va oltre il dovere, fornendo sostegno concreto alle famiglie del Salento...
Un audace tentativo di furto è stato sventato a Veglie, dove i ladri hanno abbandonato...
Incidente mortale durante la corsa per Giuseppe Cannavale, professionista della Rai...