Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Azione sollecita maggiore inclusione nelle primarie leccesi

Sottolineata l'importanza di una partecipazione democratica e dell'apertura a candidati di entrambi i sessi.

La situazione riguardo la partecipazione di Azione alle primarie leccesi continua ad essere delicata, poiché si sollecita una maggiore integrazione. Secondo quanto riferito, l’incontro organizzato venerdì 15 per le primarie del PD ha mostrato una coalizione prevalentemente maschile, con notevoli mancanze e una percezione di distanza. Questa percezione è stata sottolineata dalle parole di Carlo Mignone, Consigliere Comunale di Azione; Matteo Martella, Responsabile Cittadino di Azione; e Paolo Greco, Coordinatore Provinciale di AZIONE. Hanno espressamente indicato che Azione ha scelto di non partecipare attivamente a quel meeting per evitare di associarsi a pratiche che non rispecchiano veri valori democratici.

Azione, pertanto, suggerisce l’idea di ampliare la discussione includendo associazioni e gruppi civici che condividono l’obiettivo di una vera democrazia nelle primarie. Sottolineano anche l’importanza di coinvolgere più donne nel processo e di fissare una data che favorisca una partecipazione democratica significativa, proponendo di allineare le date delle primarie leccesi con quelle di Bari, garantendo un periodo di coinvolgimento democratico che potenzia la coalizione nel suo complesso. Azione crede fermamente che le primarie possano essere un mezzo efficace per la consultazione pre-elettorale, ma solo se vi sono più candidati degni di nota e se ci si apre veramente agli input, alle innovazioni e ai consigli del territorio.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati