Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Riesame autorizza il ritorno degli Ex sindaci ad Otranto

La Corte accoglie l'appello di Pierpaolo e Luciano Cariddi, annullando le precedenti misure cautelari.

La decisione del riesame ha revocato la restrizione sulla residenza per i due ex sindaci, permettendogli di ritornare ad Otranto. La corte ha dato ragione all’appello presentato dagli avvocati di Pierpaolo e Luciano Cariddi, annullando l’ordinanza precedente e rimuovendo le misure cautelari. Dopo un’udienza svoltasi la settimana scorsa, i giudici hanno accettato gli argomenti presentati dalla difesa, revocando così le precedenti misure cautelari.

L’ordinanza iniziale del tribunale di Lecce era stata contestata dalla difesa. Secondo il documento, i Cariddi avevano costruito nel tempo una rete di relazioni con la comunità di Otranto che non solo gli aveva garantito sostegno elettorale e incarichi politici, ma avrebbe anche facilitato alcune presunte attività illecite. A seguito della richiesta di revoca presentata dalla difesa, i procuratori Elsa Valeria Mignone e Giorgia Villa avevano espresso un’opinione sfavorevole, evidenziando il rischio di ripetizione del reato.

Durante l’udienza, la difesa ha sottolineato come le necessità cautelari non fossero più pertinenti. I Cariddi, infatti, avevano già rinunciato a qualsiasi incarico politico e il contesto politico di Otranto era cambiato. È stato anche fatto notare il considerevole lasso di tempo trascorso dai fatti incriminati e il fatto che i due non abbiano mai infranto alcuna norma.

Si prevede che il processo inizierà presto. Pierpaolo Cariddi è rappresentato dagli avvocati Gianluca D’Oria e Alessandro Dello Russo, mentre Luciano Cariddi è difeso da Viola Messa e Michele Laforgia. La decisione del Riesame ha, quindi, accolto le argomentazioni presentate dalla difesa.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati