Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Operazione “Skipper”: Confiscati i beni di Alduino Giannotta

Il sessantenne di Acquarica del Capo, coinvolto in un'inchiesta internazionale su traffico di droga tra Italia, Olanda e Brasile, vede beni del valore di un milione di euro passare dalle mani della giustizia.

questura

Dopo le operazioni di sequestro, dei beni di Alduino Giannotta, si è ora proceduto alla confisca, il tutto per un valore stimato di circa un milione di euro. Nonostante le sue origini di Acquarica del Capo, Giannotta, sessantenne, che risiede stabilmente in Brasile, è stato protagonista dell’indagine “Skipper” . Un’operazione che riguarda il traffico di droga su scala internazionale. Coinvolte, oltre alla regione del Salento, anche Olanda e Brasile. Quest’indagine è stata coordinata dalla squadra mobile di Lecce, supportata dalla Direzione Investigativa Antimafia, e ha avuto luogo nel febbraio 2021.

La Direzione Investigativa Antimafia ha dato seguito al decreto emesso dal Tribunale di Lecce, Sezione Misure di Prevenzione, in risposta alle richieste della Procura e della Dia. Giannotta è stato identificato come una figura di riferimento per un gruppo di trafficanti di cocaina. Ulteriori verifiche sul suo patrimonio hanno mostrato un notevole disallineamento con i redditi ufficialmente dichiarati. Ciò ha portato prima al sequestro e successivamente alla confisca di vari beni.

Giannotta aveva già avuto precedenti, nel 2014 e nel 1986, quando era stato al centro di varie vicende giuridiche legate principalmente al narcotraffico internazionale.

Sebbene fosse stato arrestato in Brasile durante l’operazione “Skipper”, Giannotta non fu mai estradato.

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati