Lecce Tomorrow
Accedi

Evoluzione nel processo ai De Lorenzis: Nuova qualifica dell’accusa

Sorpresa in tribunale: la Direzione Distrettuale Antimafia propone una revisione del reato principale contestato.

Finale inaspettato nel procedimento giuridico che coinvolge i fratelli De Lorenzis, noti imprenditori di Racale e figure di spicco nell’ambito economico salentino nel settore delle slot machines. Carmen Ruggiero, procuratore capo della Direzione Distrettuale Antimafia, ha formalizzato la richiesta di cambiare il capo d’imputazione:  da associazione mafiosa a , associazione a delinquere con l’aggravante della mafiosità.

Sulla questione, l’avvocato Francesco Fasano ha dichiarato che i clienti che rappresenta sono stati favorevolmente colpiti da questa modifica di imputazione ma continuano a dichiararsi innocenti.  Il processo proseguirà il 2 febbraio 2024, data prevista per la requisitoria. L’indagine è stata curata dal Nucleo di polizia tributaria di Lecce e terminata il 25 febbraio 2015, aveva portato alla luce una presunta rete criminale legata all’imposizione di slot machines in diverse attività commerciali del Salento. La squadra legale che difende gli imputati è composta, oltre che da Fasano, dagli avvocati Pastore, Venneri, Gravante, Piccinni, Gala, Pellegrino, Schiavano, Vergine e Romano.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati