Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Cadavere in mare sul litorale di Galatone, avviata procedura d’identificazione

Tra le ipotesi quella che ricondurrebbe al pescatore disperso nei pressi di Porto Cesareo

Nelle acque di La Reggia, nel tratto di litorale appartenente all’agro di Galatone, è stato recuperato il corpo senza vita di un uomo oggi, intorno alle 13, da parte del personale della Capitaneria di Porto. Il tragico ritrovamento è stato preceduto da un avvistamento attorno alle 12:15, quando un vigile del fuoco libero dal servizio ha immediatamente allertato i colleghi, innescando una rapida risposta dei soccorsi.

La domanda che ora tutti si pongono è se questo possa essere il pescatore disperso Luigi Peluso, 58 anni di Porto Cesareo, scomparso il 5 ottobre. Tuttavia, non vi è certezza in merito, in quanto sono emerse alcune incongruenze che gettano un’ombra di dubbio. La salma recuperata indossava un pantaloncino rosso, un dettaglio che sembra non coincidere con l’abbigliamento che Peluso aveva il giorno della sua scomparsa. Inoltre, le condizioni del cadavere suggeriscono che potrebbe non essere rimasto in acqua per un lungo periodo. Tuttavia, nella tasca del corpo è stato trovato un telefono cellulare, un potenziale strumento chiave per gettare luce su questo mistero.

La comunità e gli stessi soccorritori avevano riposto grandi speranze nella possibilità che il corpo ritrovato potesse essere quello di Luigi Peluso. Il pescatore era scomparso durante una battuta di pesca lo scorso 5 ottobre, e nonostante le ampie ricerche, il suo destino era rimasto ignoto fino ad oggi. In precedenza, era stata ritrovata solo la sua imbarcazione, con il motore ancora acceso, nelle vicinanze di Frascone, sul litorale di Nardò. Il punto del ritrovamento di oggi non dista molto da quella posizione, circa una ventina di chilometri più a sud.

Dopo il recupero del corpo, spetta all’autorità giudiziaria avviare la procedura per identificare la salma. Attualmente, il corpo è stato trasportato al porto di Gallipoli e successivamente trasferito in una camera mortuaria per ulteriori indagini e l’identificazione definitiva. Resta un alone di mistero su chi possa essere l’uomo scomparso, e l’attesa di risposte continua.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati