Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Trionfo sul ring e battaglia contro il razzismo: La storia di Boussadra

Il giovane pugile di origini marocchine conquista il suo secondo campionato nazionale italiano, ma si trova a fronteggiare episodi di discriminazione razziale fuori dal quadrato.

Bilal Boussadra, giovane talento diciottenne di estrazione marocchina, ha recentemente trionfato, conquistando il suo secondo campionato nazionale di boxe, rappresentando l’Italia. Nella competizione decisiva dove ha affrontato un avversario proveniente dalla regione Lazio, Boussadra ha subito vergognosi attacchi a sfondo razzista. Il padre dell’avversario, presente  all’incontro è stato identificato come l’autore di tali offese, rivolgendogli epiteti denigratori e attribuendo il suo successo unicamente al colore della sua pelle. Questi sgradevoli eventi si sono verificati all’esterno della struttura sportiva di Copertino, che ha ospitato i campionati giovanili italiani di boxe nel corso del fine settimana.

Successivamente gli eventi sono degenerati con un tentativo di aggressione ai danni di Boussadra da parte di alcuni familiari del suo avversario. Fortunatamente, i presenti sono intervenute tempestivamente, evitando che la situazione degenerasse ulteriormente. Attualmente, le forze dell’ordine stanno svolgendo tutte le necessarie indagini per fare piena luce sugli eventi e assicurare alla giustizia i responsabili di tali reazioni inaccettabili.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati