Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Ladri rubano il furgoncino dei ragazzi down a San Cesario: “Ora restituitelo!”

Il mezzo serviva ad un'associazione di Nardò per il trasferimento dei ragazzi

carabinieri

Nella notte tra giovedì e venerdì scorsi, un atto deplorevole è stato compiuto nella zona di San Cesario di Lecce: il furto di un Fiat Doblò multi posto utilizzato dai volontari e operatori della sezione provinciale di Lecce dell’Associazione italiana persone Down. Questo non è solo un furto d’auto, ma un atto inqualificabile che ha colpito profondamente l’associazione e la comunità.

Il mezzo rubato era solitamente utilizzato per accompagnare ragazzi speciali affetti dalla sindrome di Down, provenienti da Lecce e dalle zone circostanti, fino al centro diurno e alla sede provinciale dell’associazione di Nardò, situata in via Caduti di via Fani alle porte della zona 167. Questo veicolo era essenziale per garantire il trasporto sicuro e agevole di questi ragazzi, consentendo loro di partecipare alle attività formative e quotidiane.

L’atto di furto è stato immediatamente denunciato alle autorità competenti, ma l’associazione ha deciso di lanciare un appello affinché il veicolo venga restituito al più presto. Gli operatori dell’Associazione Italiana Persone Down (Aipd) hanno condannato fermamente questo atto vile e ingiustificato, sottolineando che l’associazione si dedica a supportare persone con disabilità, aiutandole a migliorare la propria autonomia nelle attività quotidiane.

“Questo gesto è un attacco non solo all’associazione ma soprattutto ai ragazzi con disabilità che dipendevano da questo mezzo per la loro routine quotidiana. Invitiamo chiunque abbia compiuto questo furto a riflettere sul danno che ha causato e a restituire il veicolo al più presto, consentendo così ai ragazzi di riprendere la loro routine e di partecipare alle attività formative che tanto significano per loro,” hanno dichiarato i rappresentanti dell’Aipd.

Questo atto di insensibilità e illegalità ha suscitato l’indignazione della comunità e mette in evidenza l’importanza di sostenere le organizzazioni che lavorano instancabilmente per aiutare le persone più vulnerabili.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

morto
L'incidente nel pomeriggio di sabato, forse per un malore. Il 68enne Oronzo Mellone non...
Ispezioni dei militari e del personale dell'Ispettorato del lavoro su 27 attività, provvedimenti di sospensione...
I Carabinieri sono intervenuti sul luogo per accertare eventuali responsabilità...