Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Procuratore Lecce alla Commissione parlamentare anti-mafia: “I clan si servono delle chat per comunicare con l’estero”

Le parole del procuratore riportate da Ansa

Durante la sua testimonianza alla Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e delle altre associazioni criminali, il procuratore di Lecce, Leonardo Leone de Castris, ha espresso seri timori riguardo all’annullamento imminente di numerosi procedimenti giudiziari contro esponenti mafiosi, nei quali erano state adottate misure cautelari. La questione verte sulle modalità di raccolta delle prove, in particolare le conversazioni via chat tra membri delle organizzazioni criminali.

Il procuratore ha affermato: “C’è un ricorso massiccio dei clan a piattaforme informatiche che consentono conversazioni criptate, che in alcuni casi sono state ‘bucate’, cioè è stato possibile decriptare tali chat. Questo exploit è stato realizzato principalmente da francesi e olandesi, consentendoci di portare a termine operazioni importanti, che hanno portato all’arresto di figure di spicco nella criminalità.”

Tuttavia, il problema emerso riguarda una recente sentenza della Cassazione, la quale ha dichiarato che queste chat sono inutilizzabili come prove in un significativo processo di narcotraffico. Ciò ha comportato il rilascio di un individuo affiliato alla ‘ndrangheta. È stato evidenziato che anche la pratica di acquisizione di tali prove all’estero, condotta dagli organi investigativi durante le fasi preliminari delle indagini, richiede l’approvazione del giudice.

Leone de Castris ha sottolineato: “Se le Sezioni Unite, a cui è stata sottoposta questa questione, confermeranno questa posizione, potremmo assistere all’annullamento o all’inutilizzabilità delle prove raccolte tra il 2021 e il 2023. Questo coinvolge decine di procedimenti giudiziari contro mafiosi, membri della ‘ndrangheta e della Sacra Corona Unita, che attualmente sono detenuti e per i quali eravamo riusciti ad ottenere misure cautelari. Un intervento del legislatore per affrontare questa situazione potrebbe permetterci di portare a termine procedimenti di notevole importanza.”

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati