Lecce Tomorrow
Accedi

Travolta sulle strisce alle porte di Lecce, una 13enne è rianimata dai passanti

Il sinistro si è verificato all'ingresso del capoluogo salentino provenendo da Maglie

In un tranquillo pomeriggio a Lecce, un incidente stradale ha portato a un intervento tempestivo e decisivo da parte di passanti che ha potuto fare la differenza tra la vita e la morte per una giovane di 13 anni. La vicenda, che ha avuto luogo poco prima delle 17:30 all’ingresso della città provenendo dalla strada statale 16, ha visto protagonisti un brigadiere dei carabinieri fuori servizio, un operaio di una ditta di illuminazioni e un’infermiera.

Quando gli intervenuti si sono avvicinati alla ragazzina distesa sull’asfalto, hanno immediatamente compreso la gravità della situazione: sembrava non stesse più respirando. Senza esitare, hanno iniziato a praticare il massaggio cardiopolmonare e a immettere aria nei polmoni dalla bocca, gesti che avrebbero potuto fare la differenza cruciale tra la vita e la morte.

L’incidente, come riportato dagli agenti di polizia locale incaricati dei rilievi, è avvenuto quando la 13enne stava attraversando sulle strisce pedonali. Una Nissan Qashqai guidata da una giovane di 23 anni di Maglie l’ha travolta mentre si apprestava a immettersi sulla rotatoria che conduce a viale Gioacchino Rossini e via Torre del Parco.

La ragazzina è stata sbalzata per alcuni metri, perdendo conoscenza. Fortunatamente, grazie all’intervento prontamente messo in atto dai passanti, tra cui il brigadiere e l’operaio, la giovane aveva ripreso coscienza quando è arrivata l’ambulanza. Tuttavia, è stata trasportata d’urgenza in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” per ulteriori accertamenti.

La polizia locale ha annunciato l’intenzione di emettere un verbale per omessa precedenza a pedone a carico della conducente della Nissan, una giovane donna molto scossa per l’accaduto. I test sull’alcol hanno dato esito negativo, ma eventuali ulteriori provvedimenti saranno presi in caso di denuncia da parte dei genitori della ragazzina. Con le recenti modifiche introdotte dalla riforma Cartabia, la procedibilità d’ufficio in caso di lesioni è stata eliminata, salvo eccezioni come lo stato d’ebbrezza del conducente.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un audace tentativo di furto è stato sventato a Veglie, dove i ladri hanno abbandonato...
Incidente mortale durante la corsa per Giuseppe Cannavale, professionista della Rai...
antonio negro
"Ragazzi, non mi sento bene", poi nei corridoi il suo cuore ha smesso di battere...