Lecce Tomorrow
Accedi

Edilizia e costruzioni, Lecce al quinto posto in Italia per tasso di crescita

Il comparto edilizio è quello che ha registrato la maggiore crescita e continua a essere uno dei principali motori dell'attività economica

Il comparto edilizio si configura come il settore in maggiore crescita e rimane uno dei principali motori dell’economia a livello provinciale, regionale e nazionale, secondo il recente studio condotto dall’Osservatorio economico Aforisma, guidato da Davide Stasi. Lo studio ha preso in considerazione il valore aggiunto suddiviso per branca di attività economica, un indicatore ritenuto valido per valutare l’andamento dell’economia.

Nel dettaglio, a Lecce e provincia nel 2022, il valore aggiunto nel settore delle costruzioni ha raggiunto la cifra di 1 miliardo e 137 milioni di euro ai prezzi base e correnti, registrando un incremento del 17,4% rispetto all’anno precedente (968 milioni di euro), principalmente grazie all’effetto del superbonus del 110%. Gli incentivi per interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica hanno contribuito a far sì che l’edilizia leccese superasse in performance altri settori e altre regioni.

Lecce si posiziona al quinto posto nella classifica delle province italiane per la variazione percentuale del valore aggiunto delle costruzioni nei due anni considerati (2021 e 2022). Precede Campobasso (+24,4%), Salerno (+19,1%), Benevento (+19,1%) e Avellino (+17,5%).

A livello regionale, l’incremento medio del valore aggiunto nel settore delle costruzioni in Puglia è stato del 15,8% (da 4 miliardi 504 milioni di euro a 5 miliardi 218 milioni), superando la media nazionale che si è attestata al 10,4% (da 85 miliardi 296 milioni di euro a 94 miliardi 170 milioni).

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un Sindaco che va oltre il dovere, fornendo sostegno concreto alle famiglie del Salento...
Incidente mortale durante la corsa per Giuseppe Cannavale, professionista della Rai...
antonio negro
"Ragazzi, non mi sento bene", poi nei corridoi il suo cuore ha smesso di battere...