Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Decisione giudiziaria riafferma integrità nell’assegnazione di appalti sanitari

Il Tribunale di Lecce conferma la legittimità dell'assegnazione di un appalto per dispositivi medici, sottolineando i principi di equivalenza e trasparenza

Il 2 gennaio, la Terza Sezione del Tribunale Amministrativo Regionale di Lecce, presieduta dal giudice Enrico d’Arpe e con relatore Vincenza Caldarola, ha confermato la validità del contratto per la fornitura di un dispositivo medico all’Asl di Lecce.

La controversia riguardava un appalto indetto dall’Asl di Lecce per un Sistema per Termoablazione a Radiofrequenza, destinato alle Unità di Endocrinologia e Neuroradiologia dell’ospedale Vito Fazzi. La società che si era classificata seconda nella gara d’appalto aveva sollevato obiezioni, sostenendo che il prodotto vincitore non soddisfaceva i criteri minimi richiesti dal bando.

Tuttavia, il Tribunale, avallando le argomentazioni delle parti opposte e i risultati delle verifiche effettuate, ha respinto il ricorso. È stato rilevato che l’Asl aveva esercitato correttamente il suo potere discrezionale, rispettando anche il principio di equivalenza. Un perito nominato dal Tribunale aveva confermato che il dispositivo in questione rispettava tutti i requisiti minimi stabiliti. Inoltre, secondo l’interpretazione della normativa, da parte del Tribunale, non si può escludere un’offerta con caratteristiche funzionalmente simili a quelle richieste dall’ente banditore, al fine di evitare una limitazione ingiustificata dell’accesso al mercato con specifiche tecniche troppo restrittive.

In conclusione, il dispositivo fornito dalla società aggiudicataria è stato ritenuto sostanzialmente equivalente a quello richiesto nella gara. In aggiunta, la normativa vigente non impone agli offerenti di presentare una dichiarazione formale sull’equivalenza funzionale del prodotto, né richiede alla commissione di gara di dichiarare esplicitamente tale equivalenza, che può essere valutata anche implicitamente sulla base della documentazione tecnica fornita.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati