Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Innovazione alimentare a Lecce: Verso un nuovo piano del cibo

Collaborazione e sostenibilità al centro della nuova iniziativa comunale

Recentemente, presso il Palazzo Carafa, è stata presentata una significativa iniziativa municipale: il Piano del Cibo. Questa iniziativa nasce come risultato diretto del “Cibo Comune

Il “Cibo Comune” è stato un’incubatrice di idee, concentrato su aspetti cruciali come l’agricoltura sostenibile e il riciclo degli alimenti. Ha incluso una serie di attività, tra cui incontri pubblici, workshop interattivi e programmi educativi nelle scuole locali, creando un dialogo produttivo tra i vari stakeholder. Importanti collaborazioni sono state stabilite con l’Ordine dei medici, associazioni di consumatori, istituti educativi come l’Agrario “Presta Columella“, e organizzazioni nel campo dell’agricoltura sociale e dell’accoglienza, oltre a produttori e distributori locali. Queste interazioni hanno prodotto raccomandazioni vitali per definire le strategie e le azioni per promuovere un’alimentazione salutare e sostenibile, con particolare attenzione alla produzione locale e alla gestione dei rifiuti alimentari.

La nuova proposta stabilisce le linee guida per lo sviluppo di un Piano del Cibo strategico, delineando visione, principi e pratiche per decisioni consapevoli nel settore alimentare. Questo piano sarà creato e implementato con il sostegno di un Consiglio del Cibo, formato da rappresentanti eletti attraverso un bando pubblico, che includerà membri della comunità, istituzioni pubbliche, associazioni e attori chiave del settore agroalimentare. Questo consiglio avrà il compito di monitorare la realizzazione della politica alimentare, proporre idee innovative e coinvolgere attivamente la comunità locale.

Paolo Foresio, assessore alle Attività Produttive, sottolinea l’importanza dell’amministrazione locale nel promuovere una cultura alimentare che valorizzi qualità, salute e identità territoriale, e riconosce il valore del coinvolgimento di produttori e realtà come i partner del progetto “Cibo Comune” in questo processo. Fabrizio Chetrì, Virgina Meo e Sergio Longo, rappresentanti di Ce.F.A.S., Oltre Mercato Salento e Slow Food Lecce, rispettivamente, esprimono il loro impegno a sostenere l’iniziativa e a facilitare la collaborazione con le reti nazionali e altre città italiane impegnate in politiche alimentari locali. Questa iniziativa rappresenta un passo significativo verso un futuro più sano e sostenibile per la città di Lecce.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

burocrazia
La Cgia di Mestre conta i tempi di attesa degli italiani negli sportelli pubblici in...
A comunicarlo è stato il primo cittadino di Lecce Carlo Salvemini...
Si tratta di un 27enne del luogo che ha raccontato di essere stato vittima di...