Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Il Salento e la sua eredità archeologica: Un viaggio nel tempo

riscoprire le civiltà antiche del 2024 - Un'esplorazione nella storia messapica

Nel 2024, ci troviamo di fronte a un’idea innovativa legata alla ricchezza archeologica del Salento, una regione che si distingue per il suo passato storico di rilievo. Quest’area del sud Italia testimonia una storia umana che si estende fin dai tempi più antichi, risalendo all’epoca delle prime invasioni indoeuropee. In epoche più vicine a noi, tra il VI e il III secolo a.C., il territorio tra Brindisi e Lecce è stato il fulcro della civiltà messapica.

Questa civiltà ha lasciato tracce importanti in numerose città, precursori dell’era di dominio romano. Prendiamo ad esempio la città di Lecce, conosciuta un tempo come Rudiae prima di diventare Lupiae. Altre località di rilievo sono Cavallino e la rinomata Roca. Proseguendo verso il sud, incontriamo le antiche città messapiche di Muro Leccese e Vaste, e infine Ozan, oggi nota come Ugento.

Questi siti archeologici, se integrati in un network culturale, possono rappresentare una risorsa straordinaria per il turismo in Puglia. Questa regione aspira a distinguersi nel panorama turistico, spostandosi dai tradizionali itinerari balneari verso un approccio più culturalmente arricchente. In questo modo, il Salento si pone come un vero e proprio gioiello nel settore turistico, grazie alla sua unica eredità storica e archeologica.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie