Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

La lotta di un giovane contro le richieste di estorsione

Tra le mura accademiche: Un viaggio attraverso la manipolazione e il ricatto

Storia turbolenta all’università, un giovane si è trovato intrappolato in una spirale tra manipolazione e ricatto da parte di un ex compagno di corso. Questo racconto narra la paura e l’ansia di un giovane che si ritrovava costantemente sotto la minaccia di veder rivelati segreti personali sui social media. Il ragazzo ora vive lontano dalla sua città natale, circondato dall’affetto della sua famiglia.

L’amico universitario, si è rivelato un’estorsore, che ha prosciugato tutti i risparmi del giovane, circa 7.000 euro. Il responsabile, un ventiseienne originario di Taranto e studente all’Università del Salento (al tempo degli eventi), è ora sotto inchiesta per estorsione. La vittima, un coetaneo, dopo molte difficoltà, è riuscito a superare questo difficile capitolo della sua vita.

Inizialmente, tra i due studenti sembrava essersi creata una solida amicizia, un legame che in teoria avrebbe dovuto alleggerire i carichi dello studio e offrire distrazioni gradite. I due condividevano lunghe conversazioni telefoniche, scambiavano appunti e informazioni sugli esami, ma nel marzo 2019 quando il compagno tarantino per trasferirsi iniziò a chiedere denaro, tutto cambiò, degenerando fino al punto che il ragazzo dovette chiedere soldi anche ai propri genitori. I tentativi di isolare l’ex amico su social media e WhatsApp sono stati vani; l’estorsore trovava sempre un modo per ricontattarlo e ottenere altri soldi.

La vicinanza della famiglia, la disperazione e la fiducia nelle autorità hanno infine spinto il giovane a denunciare il colpevole nel dicembre 2022.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie