Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Indagine aperta su bambina di 15 mesi ricoverata per presenza di cannabinoidi

Responsabilità genitoriale per il ricovero di emergenza di una neonata

Una bambina di appena 15 mesi è stata ricoverata d’urgenza in ospedale con tracce di cannabinoidi nel suo organismo. Questo fatto ha dato avvio a un’indagine approfondita. La vicenda è venuta alla luce sabato 17 febbraio, quando la piccola, lasciata sotto la custodia dello zio mentre i genitori, commercianti ambulanti, erano fuori per lavoro, ha manifestato gravi sintomi di malessere.

Il quadro clinico della bambina, inizialmente critico con rischio di coma, si è fortunatamente stabilizzato nelle ore successive, mostrando miglioramenti significativi. Tuttavia, la scoperta di cannabinoidi nel suo sistema ha immediatamente allertato le autorità sanitarie e giudiziarie.

L’attenzione si è rapidamente focalizzata sui genitori, attualmente sotto indagine per possibile negligenza o abbandono di minore. La perquisizione domiciliare ha rivelato tracce di sostanze stupefacenti, successivamente sequestrate. È emerso che il padre è in trattamento per dipendenza da sostanze presso un centro specializzato.

Gli investigatori stanno ora lavorando per chiarire le circostanze esatte in cui la bambina è entrata in contatto con la cannabis, considerando diverse ipotesi, tra cui l’inalazione passiva o l’assorbimento attraverso l’allattamento. Questo incidente solleva questioni cruciali sulla sicurezza e il benessere dei minori, mettendo in luce la necessità di una vigilanza più attenta sui bambini in ambienti potenzialmente a rischio.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Due anni di pena per ciascuno in un caso di prostituzione mascherato da casa vacanze...
Due uffici postali presi di mira: I banditi fanno saltare il Postamat e rubano migliaia...

Altre notizie