Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Inseguimento e arresto a Lecce: la ripetuta fuga di un 42enne

Un nuovo capitolo nella saga di inseguimenti tra Mauro Capone e la polizia si conclude senza feriti ma con un arresto

questura

A distanza di un anno da un primo incidente che ha visto coinvolti Mauro Capone, 42 anni di Cavallino, e gli agenti della Sezione Volanti di Lecce, i loro destini si sono nuovamente incrociati. Nel marzo del 2023, Capone era fuggito dopo un controllo, investendo un poliziotto, che per fortuna riportò ferite non gravi. Dopo quel primo arresto, Capone si era scusato per l’accaduto. Questa volta, fortunatamente, non ci sono stati feriti, ma il 42enne non è riuscito a evitare un secondo arresto.

L’episodio si è verificato nella tarda serata di ieri, quando Capone, alla guida di una Toyota Yaris e accompagnato da un amico, ha intrapreso una pericolosa fuga contromano in via Leuca, una delle principali arterie di Lecce. Nonostante l’alta probabilità di incidenti, nessuno si è fatto male. La fuga si è conclusa nel rione Castromediano di Cavallino, dove Capone è stato arrestato e posto ai domiciliari in attesa del processo per direttissima, difeso dall’avvocato Francesco Maria De Giorgi.

La situazione è degenerata quando Capone, nonostante un iniziale rallentamento in segno di sottomissione all’alt della polizia, ha deciso di accelerare di nuovo, dando vita a un inseguimento che ha messo a rischio la sicurezza pubblica. Il percorso della fuga, marcato da scelte di guida estremamente pericolose, si è snodato attraverso vie cruciali della città, terminando con l’intervento deciso delle forze dell’ordine.

Oltre all’accusa di resistenza e minacce a pubblico ufficiale, Capone dovrà affrontare una serie di contravvenzioni per la guida spericolata, la patente sospesa, e l’essere risultato positivo all’alcooltest, sebbene al di sotto della soglia che avrebbe comportato una denuncia penale automatica. La sua autovettura è stata sottoposta a fermo amministrativo per tre mesi.

Questo incidente pone nuovamente l’accento sulla necessità di rispettare le regole del codice della strada e le indicazioni delle forze dell’ordine, per la sicurezza di tutti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nuovi sistemi di sorveglianza per combattere il rischio incendi...
Cittadini a spese alte per la sanità mentre l'assistenza pubblica fatica a rispondere...
Un grave incendio divampa nella periferia di Tricase, danni alla struttura ma nessun ferito ...

Altre notizie