Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Nardò ospita “La Neretina”

13-15 Ottobre 2023, Nardò in luce con "La Neretina" e le sue riflessioni avanguardiste.

Dall’13 al 15 ottobre 2023, Nardò diventerà il palcoscenico di “La Neretina: Rassegna della cultura avanguardista”. Questo evento unico, patrocinato dal comune di Nardò e dalla provincia di Lecce, vedrà la partecipazione di illustri figure come Francesco Paolo Capone, Angelo Mellone, Pietro Senaldi, Laura Tecce, Francesco Borgonovo e Gianluigi Paragone. Tra i partecipanti ci saranno anche Saverio Sticchi Damiani, presidente dell’Unione Sportiva Lecce, e il noto giornalista neretino Raffaele Pappadà.

In questo evento che saluta l’arrivo dell’autunno, il Mediterraneo diventa protagonista, tinto dalle riflessioni culturali e dai dibattiti che caratterizzano “La Neretina”, la celebrazione letteraria che Nardò è orgogliosa di ospitare. Personalità di spicco saranno chiamate a discutere delle questioni più pressanti del nostro tempo, con particolare attenzione al contesto marittimo. Tra questi, Ugo Patroni Griffi e Angelo Mellone terranno una conferenza dal titolo: “Mediterraneo: visioni e prospettive per il nostro mare”. Durante la manifestazione, l’associazione Castelli di Carta presenterà “Profeti inascoltati del ‘900”, curato da Andrea Lombardi, in un evento fissato per il mattino del 14 ottobre.

Il festival si immerge nella politica e nelle questioni sociali, stimolando una continua riflessione. Mentre Pietro Senaldi e Laura Tecce discuteranno delle imminenti elezioni europee con Gianluca Veneziani, Francesco Borgonovo analizzerà le dinamiche contemporanee tra individui, presentando uno dei suoi lavori più significativi. La serata conclusiva, il 15 ottobre, vedrà Gianluigi Paragone al centro dell’attenzione con una conferenza intitolata “L’essenza della modernità”.

In sintesi, Nardò si appresta a diventare il cuore pulsante della riflessione culturale. Per tre giorni, questa città salentina catalizzerà l’attenzione sulle questioni umane, storiche, sociali ed economiche. E tutto ciò avviene con il magnifico Mediterraneo come tela di fondo, simbolo potente delle nostre speranze e aspirazioni future.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati