Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Scandalo lavoro irregolare, ispettori smascherano 24 aziende

Controlli intensificati rivelano contratti illegali e lavoro in nero nei settori edile e agricolo

Nel settore cantieristico e agricolo, emerge una situazione allarmante riguardo alla regolarità dei rapporti di lavoro. Su 30 aziende controllate, i nostri ispettori hanno scoperto che ben 24 operano in condizioni irregolari. Questi risultati provengono da approfondite verifiche condotte dal Nucleo Ispettorato del Lavoro dei Carabinieri e dai funzionari dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro nei comuni di Galatina, Copertino, Nardò, Salice Salentino, Carmiano, Veglie e Guagnano.

Abbiamo intensificato i controlli, specialmente durante la stagione della vendemmia, rivelando una situazione ancora più critica. Su un totale di 166 posizioni lavorative analizzate, 43 dipendenti sono stati impiegati con contratti non conformi alle normative vigenti. In aggiunta, altri 15 lavoratori erano completamente “in nero”, cioè non erano stati regolarmente dichiarati.

Le criticità principali sono emerse nei settori edile e vitivinicolo, che hanno attirato l’attenzione degli ispettori per la loro frequente non conformità alle leggi sul lavoro. Abbiamo aperto inchieste su 24 individui, tra datori di lavoro e responsabili della sicurezza sul luogo di lavoro, principalmente nel settore edile.

In seguito a questi controlli, sono stati presi otto provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale. Nello specifico, sei di questi sono stati applicati per irregolarità legate al lavoro non dichiarato, mentre due provvedimenti sono stati emessi a causa di gravi violazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

In totale, sono state emesse sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di 93mila euro, oltre a multe che raggiungono circa 186mila euro. Questi provvedimenti riflettono l’impegno delle autorità nell’assicurare il rispetto delle normative sul lavoro e garantire condizioni di occupazione corrette e sicure per tutti i lavoratori.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

morta
La presunta colpa del professionista sarebbe stata quella di non aver svolto a dovere il...