Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Crescente allarme burnout nel reparto di Oncoematologia Pediatrica di Lecce

Sindacato e personale affrontano la carenza di risorse e il crescente stress tra gli infermieri dell'ospedale 'Vito Fazzi'

Il Coordinamento Sanità della Funzione Pubblica della Cisl di Lecce, ha dimostrato preoccupazione per le crescenti richieste di trasferimento degli infermieri impiegati nel reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce. La direzione generale della Asl è stata contattata per affrontare e gestire le complessità legate al rischio di sindrome da burnout e stress da lavoro dei professionisti del settore. La gravità della situazione potrebbe richiedere l’intervento di uno psicologo specializzato.

Il reparto di Oncoematologia Pediatrica rappresenta un ambiente lavorativo estremamente esigente dal punto di vista emotivo. La sindrome da burnout può manifestarsi come una profonda stanchezza sia fisica che emotiva, gli infermieri e i medici coinvolti possono giungere al limite delle proprie capacità, provando insoddisfazione e opprimente stanchezza quotidiana. Con il passare del tempo, il burnout può portare ad un alienazione mentale dal lavoro, con atteggiamenti di apatia, ostilità e cinismo nei confronti di chi beneficia delle cure. Non si tratta di sintomi superficiali; la sensazione di sconforto e l’atteggiamento negativo possono evolvere in depressione e in altre problematiche psicologiche più profonde.

Antonio Piccinno, coordinatore Provinciale Sanità della Cisl Fp, sottolinea la forte carica emotiva vissuta dagli operatori sanitari in un reparto dove si è costantemente di fronte alla sofferenza di pazienti, bambini, affetti da gravi patologie come il cancro. La situazione diventa ancor più gravosa quando un singolo infermiere è responsabile della cura e assistenza, in particolari momenti come somministrazioni mediche e prelievi.

Attualmente il reparto conta su 4 infermieri pediatrici e 6 infermieri, quando in realtà ci sarebbe bisogno di ben 14 infermieri pediatrici.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati