Lecce Tomorrow
Accedi

Dialoghi scenici globali: L’innovazione di Rimini Protokoll

La conferenza degli assenti: Quando il teatro trasforma il pubblico in protagonista del dibattito internazionali

In un periodo di incertezza globale, il dialogo internazionale affronta sfide senza precedenti. È in questo contesto che, nel corso del weekend del 4 e 5 novembre, alle ore 20:45 del sabato e le 18:30 della domenica, il gruppo artistico berlinese Rimini Protokoll offre un’interpretazione innovativa e radicale della cooperazione globale. L’evento, denominato “La Conferenza degli Assenti” rivoluziona il concetto di summit internazionale, eliminando la necessità di viaggi aerei o terrestri, tagliando così ogni emissione di anidride carbonica e abbandonando l’uso di piattaforme digitali come Skype o Zoom.

La conferenza si basa su un approccio teatrale unico in cui i partecipanti non si spostano fisicamente; sono i personaggi del pubblico che prendono il posto degli oratori impossibilitati a presenziare, interpretando i loro ruoli dopo aver ricevuto i copioni all’inizio dell’evento. In questo modo, le idee e i dibattiti sui cambiamenti portati dalla globalizzazione trovano spazio in una dimensione teatrale che diventa un crogiolo di esperienze collettive. La Conferenza degli Assenti, è stata presentata in prima nazionale durante il Roma Europa Festival.

In principio, il format può sembrare un semplice gioco di ruolo, ma man mano che il dialogo si sviluppa, la conferenza si rivela un medium per l’esplorazione di tematiche complesse, spaziando dai dilemmi etici alle divisioni politiche, dai conflitti internazionali alle innovazioni civiche. Sul palco, una macchina scenica sapientemente orchestrata, supportata da una regia attenta e tecnici di alta competenza, crea un universo parallelo che prende forma grazie al pubblico, che da osservatore diventa parte integrante e attiva della rappresentazione scenica.

Il trio fondatore di Rimini Protokoll, Helgard Haug, Stefan Kaegi e Daniel Wetzel, dal 2000 ha costantemente reinventato i confini del teatro contemporaneo. Con una distintiva visione creativa, hanno esplorato nuovi modi di raccontare la realtà, ottenendo un riconoscimento internazionale per il loro contributo all’arte teatrale.

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati