Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Arrestato a Torvaianica il boss mafioso leccese latitante da mesi

L'uomo era alle porte di Roma, operazione di cattura della squadra Mobile di Lecce

polizia

Nel mirino della Polizia di Stato il pregiudicato leccese doveva scontare oltre 20 anni di carcere per associazione mafiosa, traffico di stupefacenti e armi. Irreperibile da novembre scorso, quando è stato emesso il provvedimento di esecuzione del cumulo delle pene dalla procura di Lecce, è stato finalmente arrestato nei pressi di Roma, a Torvaianica, una frazione del Comune di Pomezia.

Si tratta di un personaggio di spicco della criminalità organizzata salentina, noto per essere stato il capo del Clan “Nisi-Briganti” nel primo decennio degli anni Duemila, affiliato alla consorteria mafiosa “Sacra Corona Unita”. L’operazione di cattura è stata condotta dal personale della Squadra Mobile di Lecce e della Sisco di Lecce, con il supporto operativo della Sisco di Roma.

Le indagini che hanno portato all’arresto del latitante sono state frutto di un meticoloso lavoro investigativo e hanno condotto gli agenti in un supermercato del comune laziale, dove il criminale stava facendo la spesa. Le attività sono state coordinate dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, dimostrando la determinazione delle forze dell’ordine nell’assicurare la giustizia anche nei confronti di esponenti di spicco della criminalità organizzata.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati