Lecce Tomorrow
Accedi

Visioni surreali e metropolitane: L’arte di Max Hamlet Sauvage

Esplora l'universo onirico di Sauvage nel cuore di Nardò

La nuova mostra di Max Hamlet Sauvage, intitolata “Esplorazioni Metropolitane e Riflessioni Umane”, debutta presso il Convento dei Carmelitani in Nardò, inizia questo sabato, 16 dicembre 2023, con un evento inaugurale fissato per le 19:00. L’evento proseguirà fino al 19 gennaio 2024.

L’esposizione rappresenta una finestra sulle creazioni di questo illustre pittore nato a Gallipoli. Sauvage attinge ispirazione dal surrealismo, reinterpretando in modo audace e innovativo le opere di maestri come Savinio, De Chirico, Dalì e Magritte. La sua arte si distingue per un approccio unico che fonde elementi surrealisti con uno stile distintamente “cartoonistico”.

Le opere di Sauvage sono potenti metafore della vita contemporanea nelle società industrializzate, caratterizzate da caos, crisi e un senso di nevrosi collettiva. Un altro tema ricorrente nella sua arte è l’esplorazione dell’erotismo e la rappresentazione del corpo femminile, elementi che, secondo l’artista, hanno un ruolo predominante nella cultura moderna.

Sauvage è un nome di spicco nel panorama del surrealismo pop italiano. Si è formato artisticamente alla fine degli anni ’60, frequentando la Scuola d’Arte Castello Sforzesco a Milano e l’atelier di Pasquale D’Orlando, specializzato in arti incisorie. A Milano, Sauvage ha anche esplorato il mondo della fotografia.

Le sue opere sono state esibite in numerose gallerie italiane e internazionali, tra cui quelle a Londra, New York e Tolone.

La mostra è aperta al pubblico tutti i giorni, ad eccezione della domenica, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00. L’ingresso è gratuito.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati