Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Droga e telefoni in carcere: arrestati due foggiani a Lecce

Rinvenuta anche l'auto dei due

Ieri, in una rapida e coordinata operazione, gli agenti della Polizia di Stato e del Corpo di Polizia Penitenziaria hanno arrestato due uomini di origine foggiana, di 27 e 33 anni, sospettati di aver tentato di introdurre sostanze stupefacenti e dispositivi di comunicazione nel carcere di Lecce.

L’azione delle forze dell’ordine è stata scatenata dopo che gli investigatori delle due sezioni avevano notato, nei giorni precedenti, la presenza sospetta di individui nelle vicinanze della casa circondariale, impegnati nell’osservare attentamente la struttura detentiva.

Grazie alla stretta collaborazione tra le diverse forze di polizia, gli agenti hanno individuato, nella tarda serata di ieri, un drone che si alzava in volo nei pressi del carcere, tentando di avvicinarsi all’area detentiva. La rapida risposta della Polizia Penitenziaria, supportata da sofisticati sistemi di sorveglianza, ha permesso di intercettare, agganciare e far atterrare il drone. All’interno del veicolo aereo senza pilota sono stati rinvenuti otto micro telefoni cellulari e circa 170 grammi di hashish.

Contestualmente, la Squadra Mobile è intervenuta tempestivamente sul luogo di partenza del drone, arrestando i due sospettati foggiani mentre cercavano di nascondersi. Al momento dell’arresto, entrambi detenevano ancora il telecomando utilizzato per gestire il drone. Nonostante un tentativo vano di fuga da parte di uno dei due, gli agenti della Polizia di Stato sono riusciti prontamente a bloccarlo.

Successivamente, gli investigatori hanno individuato l’auto utilizzata dai due arrestati, rinvenendo al suo interno ulteriore materiale collegato a quanto recuperato a bordo del drone.

Attualmente, i due uomini di origine foggiana si trovano dietro le sbarre e sono in attesa del giudizio di convalida. L’operazione ha evidenziato l’efficacia della collaborazione tra le forze dell’ordine nel contrastare il traffico illecito di sostanze stupefacenti e dispositivi di comunicazione nelle strutture carcerarie.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati