Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Una stagione invernale insolita: Aumento dei casi di influenza

Un picco di influenza virale segna la fine dell'anno

Questo inverno, una notevole quantità di persone ha avuto familiari o amici con forti sintomi febbrili. Durante il periodo festivo, si è assistito ad un’inaspettata ondata contagi influenzali, un fenomeno che non si registrava da un decennio. L’incidenza di questi virus è stata particolarmente forte, con sintomi che variano da lievi malanni tipici del raffreddore fino a disturbi più severi come infezioni delle vie respiratorie superiori, febbri lievi ma anche molto elevate. Contrariamente alle aspettative, questo inverno è stato caratterizzato da un clima meno rigido, ma con un aumento delle persone costrette a rimanere in casa per malattia. Il picco dell’influenza è atteso per la fine del mese di gennaio, dopodiché dovrebbe diminuire.

Si prevedeva che un simile scenario potesse verificarsi, soprattutto dopo i recenti anni passati, in cui l’uso delle mascherine e il timore del Covid-19 hanno ridotto i contatti tra le persone. Ora, stiamo affrontando le ripercussioni di quella situazione. Sebbene i sintomi siano generalmente gestibili, anche grazie ai vaccini, questi ultimi non impediscono completamente il contagio, ma riducono principalmente la gravità dei sintomi, sono un aiuto significativo, ma non eliminano del tutto il rischio di infezione.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati