Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Cinghiali a San Cataldo: interviene il sindaco. “Non gettate rifiuti in strada”

Il post sui social di Carlo Salvemini

Quattro cinghiali ieri sera erano a San Cataldo. Un animale non pericoloso, come noto, ma arriva il monito e il consiglio di Carlo Salvemini, sindaco di Lecce, su Facebook.
“Vi restituisco dunque qualche indicazione, della quale è utile tener conto.
Attorno a San Cataldo, che si trova nelle immediate vicinanze di un’area naturale e boschiva come le Cesine, sono stati censiti circa 30 esemplari di cinghiali selvatici, quattro dei quali hanno fatto visita al nostro lungomare la sera scorsa. Sul nostro territorio è presente, ma in maniera numericamente esigua, solo un predatore animale che ne contrasta la proliferazione, il lupo.
I cinghiali hanno una grande capacità di spostamento, possono percorrere anche trenta chilometri in una sola notte, e di norma non aggrediscono le persone, ma possono diventare molto pericolosi in determinate situazioni. La prima indicazione, dunque, è di osservare massima prudenza se vi capita di incontrarne: non avvicinatevi.
La seconda, che è necessario osservare se non vogliamo che la loro presenza diventi troppo frequente nei nostri centri abitati, è di evitare ogni abbandono di rifiuti organici in strada. I cinghiali, infatti, sono costantemente alla ricerca di cibo. Laddove ne trovano, ritornano. È dunque assolutamente imprudente dare loro da mangiare, abbandonare quantità cospicue di rifiuti organici, come ad esempio scarti di macelleria, o anche mangime per animali da compagnia in piattini e ciotole.
Una buona ragione in più per non farlo, in particolare a San Cataldo”.
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Una donna di Lecce lancia un appello disperato per salvare i suoi cani da una...

Altre notizie