Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Porto Cesareo omaggia a Sant’Antonio Abate e la Fòcara Centenaria

Una festa di fede e tradizione: La 87ª Edizione della Festa di Sant'Antonio Abate a Porto Cesareo

Porto Cesareo si prepara  a festeggiare Sant’Antonio Abate, patrono del fuoco, domenica, il 28 gennaio. Sarà un’emozionante celebrazione che culminerà con l’accensione della maestosa fòcara, un’imponente pira composta da fascine di legno che già si erge, dominante, nell’area del molo di alaggio.

La celebrazione, curata dal Comune di Porto Cesareo e dal Comitato Festa Sant’Antonio, giunta alla 87esima edizione, testimonia una lunga storia di devozione e preghiera.

La tradizione risale al 1937, anno in cui Oronza Colelli si affidò in preghiera a Sant’Antonio per il ritorno di suo figlio Edmondo Martina dalla guerra in Etiopia. Contro ogni aspettativa, Edmondo fece ritorno a Porto Cesareo, incolume. Da quel momento, in segno di gratitudine verso il santo protettore, la comunità ha iniziato a celebrare questa solenne festa ogni fine gennaio.

La festa offre un ricco programma di eventi, sia religiosi che civili. Tra le iniziative spicca “Adotta una Fascina”, che permette di dedicare una delle fascine della fòcara a una persona cara.

Nel pomeriggio, il programma prevede un concerto bandistico itinerante, musica dal vivo, l’apertura di stand gastronomici, il lancio di mongolfiere, uno spettacolare show pirotecnico per l’accensione della fòcara, seguito da un grande concerto di Antonio Castrignanò e Taranta Sounds-Babilonia, e per concludere, esibizioni di band locali.

Gli eventi religiosi includono messe in parrocchia, la benedizione degli animali presso il molo, e un corteo cittadino serale. Il culmine sarà la messa solenne seguita da un corteo verso il molo di alaggio.

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie