Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Bullismo, violenza e discriminazione razziale a scuola: vittima un 17enne

Protagonista suo malgrado un giovane di origini guatemalteche vittima delle vessazioni dei compagni

scuola

Un 17enne di origini guatemalteche, residente a Lecce con la sua famiglia da anni e iscritto al terzo anno di un istituto superiore locale, è stato oggetto di bullismo e discriminazione razziale da parte di alcuni compagni di classe. Gli insulti, le vessazioni e le frasi xenofobe avrebbero continuato per diversi mesi prima di culminare in un atto di violenza fisica, spingendo i genitori della vittima a presentare una denuncia presso il comando provinciale dei carabinieri di Lecce.

La situazione di discriminazione razziale subita dall’adolescente sarebbe iniziata circa due anni fa, e i genitori hanno riportato numerosi episodi di bullismo alla dirigente scolastica, che aveva cercato di intervenire richiamando i presunti responsabili e chiedendo loro di comportarsi in modo civile. Inizialmente, sembrava che la situazione si fosse calmata, almeno fino all’inizio dell’anno scolastico.

Tuttavia, venerdì scorso, il gruppo di bulli ha attaccato nuovamente. Questa volta, non si sono limitati a insulti e vessazioni, ma hanno invitato il giovane a un “chiarimento”. Uno dei suoi compagni lo ha attirato in bagno, dove lo aspettavano altri tre studenti. Quattro in totale. Uno di loro lo ha preso per il collo e gli ha inflitto dei colpi al costato e all’addome. Fortunatamente, la vittima è riuscita a divincolarsi senza subire gravi danni fisici. I bulli avrebbero minacciato l’adolescente dicendogli: “Ringrazia Dio che siamo a scuola, ma se vuoi domani ci vediamo in centro e chiariamo”.

Il giovane di origini straniere ha immediatamente chiamato i suoi famigliari per chiedere aiuto e raccontare l’aggressione. I genitori si sono recati in caserma il giorno successivo per denunciare i quattro minorenni, informando anche la dirigente scolastica dell’accaduto. Ora, i militari dell’Arma invieranno gli atti alla Procura della Repubblica dei minori per condurre indagini mirate alla verifica delle responsabilità e per prendere eventuali provvedimenti nei confronti dei quattro giovani coinvolti. Questo grave episodio di bullismo e discriminazione razziale solleva nuovamente la necessità di affrontare seriamente il problema del bullismo nelle scuole e promuovere la diversità e l’inclusione.

 

 

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nuovi sistemi di sorveglianza per combattere il rischio incendi...
Cittadini a spese alte per la sanità mentre l'assistenza pubblica fatica a rispondere...
Un grave incendio divampa nella periferia di Tricase, danni alla struttura ma nessun ferito ...

Altre notizie