Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

C’è anche CEDAD tra i laboratori d’eccellenza del consorzio europeo CERIC-ERIC

La nota dell'Università del Salento

C’è tempo fino al 4 marzo 2024 per partecipare alla prima call lanciata dal consorzio di laboratori europei CERIC-ERIC, di cui fa parte anche CEDAD, il Centro di Fisica Applicata del Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università del Salento, fondato e diretto dal professor Lucio Calcagnile.

Il Board of Directors del consorzio ha inserito le facilities per la datazione con il radiocarbonio del CEDAD tra le eccellenti per lo studio dei materiali e dei biomateriali. Un ulteriore riconoscimento alle ricerche che da quasi vent’anni vengono svolte dai ricercatori del Gruppo di Fisica Applicata del centro salentino.

D’ora in poi archeologi da tutto il mondo e, più in generale, esperti di Beni Culturali, potranno partecipare alle call proponendo progetti di ricerca che richiedono la datazione con il radiocarbonio con la tecnica della spettrometria di massa con acceleratore (AMS – Accelerator Mass Spectrometry). La prima call è già aperta, le informazioni per partecipare sono disponibili sul sito https://www.ceric-eric.eu/users/call-for-proposals/.

I progetti consentiranno di effettuare ricerche finanziate dal Consorzio, usufruendo non solo della datazione con il radiocarbonio ma anche di altre tecniche basate sulla misura degli isotopi stabili mediante la tecnica IRMS (Isotope Ratio Mass Spectrometry). Con le facilities AMS-IRMS del CEDAD sarà possibile stabilire non solo la datazione assoluta ma anche effettuare studi sul degrado dei materiali, la provenienza, il paleoambiente e la paleodieta, solo per citare alcuni ambiti di applicazione.

I progetti approvati consentiranno ai ricercatori proponenti di trascorrere un periodo al Dipartimento di Matematica e Fisica nei vari laboratori del CEDAD per seguire la preparazione dei campioni e le misure sperimentali con le facility AMS-IRMS connesse con l’acceleratore Tandetron da 3 MV. Lo staff del CEDAD, del quale fa parte anche il professor Gianluca Quarta, assisteranno i ricercatori ospiti in tutte le fasi della ricerca nei laboratori dell’Università del Salento.

Il CEDAD è costituito da vari laboratori che consentono ricerche in vari ambiti della Scienza dei Materiali e della Fisica Applicata ai Beni Culturali, Biologia, Medicina e Ambiente. Inoltre, dal 22 al 27 settembre 2024, si svolgerà a Lecce il congresso per le applicazioni del radiocarbonio all’ambiente, l’International Radiocarbon in the Environment Conference organizzato dai ricercatori del CEDAD, che radunerà esperti da tutto il mondo che utilizzano il radiocarbonio come marker per studi ambientali, dalla datazione di alberi millenari all’inquinamento atmosferico da sorgenti fossili.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nuovi sistemi di sorveglianza per combattere il rischio incendi...
Cittadini a spese alte per la sanità mentre l'assistenza pubblica fatica a rispondere...
Alle ore 15:00, nell’aula 5 dell’edificio Studium 6, interverrà di persona Mogol, autentico protagonista della canzone italiana...

Altre notizie