Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Regali e biglietti per annullare le multe: sospese due vigilesse. Sono 46 gli indagati

Tra i beneficiari degli annullamenti anche alcuni politici locali

guardia di finanza

Un’inchiesta della Guardia di Finanza di Lecce ha portato alla sospensione di due vigilesse e all’indagine di 46 persone, tra cui politici locali, pubblici ufficiali e cittadini. Le accuse sono di associazione per delinquere, corruzione, accesso abusivo a banche dati, falso e soppressione di atti pubblici.

Secondo gli inquirenti, le due vigilesse, Loredana Valletta e Luisa Fracasso, avrebbero annullato oltre 500 multe in cambio di favori, come regali, biglietti per eventi e servizi di trasloco. Tra i beneficiari degli annullamenti ci sarebbero anche alcuni politici locali, tra cui Antonio Finamore, consigliere comunale di opposizione, e Luca Pasqualini, ex assessore alla Mobilità. I dettagli sono riportati dal Nuovo Quotidiano di Puglia.

Le indagini sono partite da un controllo su alcune anomalie nei verbali di contravvenzione. I finanzieri hanno quindi scoperto un vero e proprio sistema di corruzione, in cui le vigilesse si accordavano con i cittadini per annullare le multe in cambio di favori personali.

Le due vigilesse sono state sospese dai pubblici uffici, mentre i 46 indagati dovranno rispondere alle accuse della Procura di Lecce.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nuovi sistemi di sorveglianza per combattere il rischio incendi...
Cittadini a spese alte per la sanità mentre l'assistenza pubblica fatica a rispondere...

Altre notizie