Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

L’esodo delle competenze: Il sud Italia e la migrazione interna

Un'analisi sull'impoverimento professionale e demografico del meridione

Le trasformazioni socio-economiche stanno ridisegnando il panorama migratorio interno dell’Italia, con implicazioni profonde per il Sud del paese. L’abbandono della valigia di cartone in favore di trolley moderni simboleggia il passaggio da un’altra era, ma la sostanza del fenomeno rimane la stessa: una fuga costante di talenti e giovani in cerca di migliori opportunità di vita. Le statistiche dipingono un quadro inquietante: il Meridione sta perdendo progressivamente le sue risorse umane più preziose e attive.

In particolare, gli ultimi vent’anni hanno visto quasi 900.000 cittadini lasciare il Sud Italia per trasferirsi in altre regioni, come evidenziato da uno studio recente dell’Osservatorio Economico AFORISMA. Molto spesso, questo spostamento inizia con l’istruzione e si trasforma in una migrazione permanente.

L’analisi mostra come il Nord e il Centro Italia registrino un saldo migratorio interno positivo, con un afflusso maggiore rispetto all’esodo, mentre nelle regioni meridionali il saldo è nettamente negativo. Questo fenomeno contribuisce in parte allo spopolamento e all’impoverimento economico di queste aree. Un aspetto cruciale è che la migrazione economica tocca principalmente i giovani e i professionisti del Sud, che si spostano in cerca di migliori opportunità lavorative e di vita.

Tra il 2011 e il 2021, il Nord Italia ha registrato un saldo migratorio positivo di quasi 150.000 giovani laureati tra i 25 e i 39 anni. Al contrario, il Sud e le isole hanno subito una perdita significativa in questo segmento della popolazione, segnando un impoverimento della forza lavoro più qualificata e attiva. Tuttavia, non sono solo i laureati a migrare: nel medesimo periodo, il Sud ha perso mezzo milione di residenti italiani di varie fasce di istruzione, a vantaggio del Nord. Invece, il Centro Italia mostra un saldo migratorio negativo solo tra i laureati.

La responsabilità della politica è cruciale in questo contesto. È necessario che vengano analizzate attentamente le statistiche e si propongano soluzioni concrete per contrastare questo fenomeno.

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Due uffici postali presi di mira: I banditi fanno saltare il Postamat e rubano migliaia...
La decisione riguarda il ripascimento della spiaggia Lido Atlantis, in un contesto di normative pandemiche...

Altre notizie