Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Azione si isola nel centrosinistra: Mignone e Poli Bortone, un’alleanza inaspettata

Un'alleanza sorprendente nella politica di Lecce

A Lecce si sta profilando un inedito scenario politico. Carlo Mignone, presidente del Consiglio comunale e figura chiave di Azione, è vicino a ufficializzare la sua candidatura con Adriana Poli Bortone. Questa mossa rappresenta un significativo cambiamento nel panorama politico locale, evidenziando una nuova direzione per Azione nel centrosinistra.

Il contesto politico leccese è in rapida evoluzione. Da un lato, assistiamo all’avvicinamento di Carlo Mignone verso una candidatura con Adriana Poli Bortone, rompendo gli schemi tradizionali del centrosinistra. Dall’altro, emergono tensioni all’interno del centrodestra, dove Puglia Popolare, guidata da Francesco Foresio, mostra segni di malcontento a causa di un recente disguido con il sindaco. Queste dinamiche riflettono una politica locale in pieno fermento.

Le strategie politiche si stanno definendo. Recentemente, un incontro tra Puglia Popolare e il sindaco è saltato, alimentando la percezione di una scortesia istituzionale e confermando la direzione presa dai centristi. Questa situazione si inserisce in un contesto più ampio, segnato dal disconoscimento delle primarie che avevano visto Carlo Salvemini come candidato sindaco del centrosinistra, evento che ha lasciato il segno nella coalizione.

La situazione nel centrosinistra è tutt’altro che statica. La consigliera uscente Emanuela Orlando ha deciso di unirsi a Sinistra Italiana, formando una nuova coppia politica con Patti. Questo cambiamento potrebbe avere un impatto significativo sulle dinamiche interne del centrosinistra e sulla sua strategia elettorale.

Nel frattempo, l’attuale coalizione al governo sta affrontando sfide complesse. Saverio Citraro, consigliere uscente, esita sulla sua ricandidatura, mentre il Movimento 5 Stelle si trova di fronte a scelte difficili. Il disaccordo interno al Movimento, unito alle divergenze con il sindaco uscente e la candidatura di Alberto Siculella, rende il contesto ancora più intricato.

La corsa elettorale a Lecce è caratterizzata da molteplici incognite. Con candidati come Siculella e Agostino Ciucci, attivi soprattutto sui social media, la competizione promette di essere vivace. La presenza di queste figure potrebbe mobilitare un elettorato diversamente inattivo, influenzando notevolmente il risultato delle elezioni.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il diciottenne Enrico Bove entra in politica puntando a rappresentare i giovani nel centrosinistra...
Un adolescente in scooter coinvolto in uno scontro critico, cresce l'allarme per la sicurezza delle...

Altre notizie