Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Squinzano, il Comune si costituisce parte civile dopo l’aggressione a un vigile

La difesa dell'integrità pubblica e privata al centro dell'azione legale nel comune di Squinzano

In un contesto dove il rispetto per l’autorità e l’integrità degli individui diventa sempre più centrale, il Comune di Squinzano, rappresentato dall’avvocato Riccardo Manfreda, ha preso una posizione ferma costituendosi parte civile in un caso di aggressione a un agente di polizia locale. Durante l’udienza preliminare tenutasi davanti alla Gup Valeria Fedele del Tribunale di Lecce, è stata richiesta una compensazione per i danni subiti a seguito dell’episodio avvenuto lo scorso 12 luglio, quando un cittadino di Casalabate ha aggredito un vigile urbano intento a notificare un avviso per opere abusive.

La difesa dei valori pubblici. Il sindaco di Squinzano, Mario Pede, ha espresso un forte disappunto per l’accaduto, sottolineando l’importanza della condanna di atti di offesa e prevaricazione, specialmente quando questi sono rivolti a chi svolge doveri a favore della collettività. L’amministrazione comunale, con questa mossa, intende non solo rispondere a un atto di violenza ma anche tutelare il decoro e il prestigio della pubblica amministrazione, evidenziando così un’intransigenza verso comportamenti che minano l’ordine pubblico e il rispetto dovuto agli ufficiali e ai valori civici.

Un caso che pone riflessioni più ampie. L’aggressione non si limita a un semplice atto di violenza privata; essa simboleggia una sfida all’autorità e al rispetto delle regole che governano la convivenza civile. Il riconoscimento del danno subito dal Comune e la sua partecipazione al dibattimento come parte civile segnano un punto di svolta nella gestione delle violazioni nei confronti degli enti pubblici e dei loro rappresentanti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie