Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Prestiti usurai nel Salento: Condannato l’imprenditore agricolo di Melendugno

Contratto simulato maschera operazione usuraia: dalla vendita di terreni a strozzinaggio

Un caso di usura nel Salento, ha portato alla condanna di A.G.T., un imprenditore agricolo di Melendugno. La vicenda, che ha visto il trasformarsi di un prestito da 7.500 euro in un debito di 25.000 euro in un solo anno. Il processo, presieduto dal Giudice Pietro Baffa e svoltosi presso il Tribunale locale, si è concluso con una sentenza severa nonostante la richiesta di assoluzione del pm di udienza, Alberto Santacatterina.

La sentenza, che prevede una pena detentiva di tre anni, rivela i dettagli di un’operazione finanziaria camuffata da vendita di terreni agricoli. La verità emersa nel processo indica un chiaro caso di prestito a strozzo: due terreni agricoli figuravano al centro di un contratto simulato, usato per mascherare l’operazione usuraia. L’imputato, difeso dagli avvocati Andrea Presicce e Luigi Covella, è stato ritenuto colpevole di aver imposto condizioni di rimborso esorbitanti, che hanno visto il debito iniziale lievitare esponenzialmente.

L’accusa, rappresentata dall’avvocato Dimitry Conte per la parte civile, ha evidenziato la gravità dell’operazione, portando il tribunale a deliberare una condanna significativa. Oltre alla pena detentiva, il giudice ha imposto all’imputato l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni e il pagamento di una provvisionale di 50.000 euro a favore della parte civile. Inoltre, è stato ordinato il sequestro delle somme coinvolte nell’indagine.

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

annega
La vittima è un ragazzino di origini ivoriane ospite di una comunità di Miggiano. Si...

Un incendio di vaste proporzioni è divampato oggi intorno alle 11:40 in un’abitazione di Casarano,...

Altre notizie