Lecce Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Criticità ospedale di Scorrano: L’audizione rivela Mancanze Persistenti

Paolo Pagliaro, capogruppo La Puglia Domani, sottolinea la stagnazione dei miglioramenti promessi all'Ospedale di Scorrano.

Un anno dopo la sua visita ispettiva, Paolo Pagliaro, consigliere regionale e capogruppo de La Puglia Domani, ha sollevato importanti questioni durante un’audizione in Commissione Sanità. La situazione attuale dell’Ospedale di Scorrano rimane critica, con gravi carenze strutturali e di personale nonostante le promesse di miglioramento.

Osvaldo Maiorano e Aldo Paiano, direttori rispettivamente medico del presidio e del reparto di Gastroenterologia, hanno confermato le carenze strutturali e di personale evidenziate da Pagliaro. Il secondo ospedale più grande dopo il Fazzi di Lecce, l’unico pubblico del sud Salento, si dibatte per servire circa 300mila persone.

Un cantiere abbandonato per l’ampliamento del pronto soccorso e la manutenzione straordinaria rappresentano una delle maggiori preoccupazioni. Il fallimento della ditta incaricata dei lavori ha creato un impasse non risolto, nonostante l’assessore Palese abbia promesso una soluzione rapida.

Il mancato trasferimento del Servizio Trasfusionale da Galatina rimane un altro problema irrisolto, causando inefficienze nella gestione delle emergenze. L’attuale sistema obbliga gli autisti a percorrere lunghe distanze per il trasporto di sacche di sangue, evidenziando la necessità di una logistica sanitaria più efficiente.

La carenza di personale è una sfida costante, con deficit critici in vari reparti come anestesisti, medici del pronto soccorso e radiologi. Questo ostacola la capacità dell’ospedale di rispondere efficacemente alle esigenze sanitarie della popolazione.

Miglioramenti sono stati fatti in termini di apparecchiature, con l’acquisto di elettrocardiografi e letti nuovi per il Servizio Dialisi, e l’aggiornamento di alcuni arredi. Anche la videosorveglianza è stata migliorata, con l’aggiunta di nuove telecamere e il raddoppio delle ore di vigilanza.

Il reparto di Gastroenterologia, pur essendo tra i più importanti in Puglia, soffre di limitazioni dovute alla mancanza di attrezzature come la risonanza magnetica, costringendo i pazienti a spostamenti non necessari.

Nonostante alcuni progressi, le sfide rimangono. La necessità di un centro di Emodinamica, l’ampliamento dei servizi e l’adeguamento delle infrastrutture rappresentano urgenze non ancora affrontate. Pagliaro sottolinea l’importanza di continuare a esercitare pressione per garantire il miglioramento dei servizi sanitari nell’interesse della comunità.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Gli ultimi incidenti sollevano il problema della sicurezza stradale in Salento...
Disparità tra Bari e Brindisi nell'operativo estivo di Ryanair secondo Paolo Pagliaro...

Altre notizie